A Bari, incentivi per bici e mobilità sostenibile

Incentivi per l’acquisto delle bici e contributi per chi pedala per andare da casa al posto di lavoro.

Hai voluto la bicicletta? Noi ti aiutiamo”. Ribaltando un vecchio adagio, il Comune di Bari ha varato una misura di incentivi per le due ruote nel capoluogo pugliese. Obiettivo del 2019: “Raddoppiare il numero delle biciclette presenti in città”.

Considerando il numero di telefonate e di mail ricevute al Municipio, sembra che i cittadini baresi abbiano proprio voglia di pedalare (anche sostenuti da qualche incentivo).

Incentivi per gli acquisti delle biciclette

Incentivi, anzitutto, per comprare il mezzo: il Comune prevede contributi per l’acquisto delle biciclette, dalle mountain bike alle pieghevoli, ma anche a pedalata assistita: 150 euro per un mezzo nuovo di fabbrica, 250 euro per il modello elettrico e 100 euro per una bici ricondizionata.

Lo sconto si riceverà direttamente nei negozi autorizzati, compilando un modulo di richiesta. Potranno fare domanda tutte le persone maggiorenni residenti a Bari e i genitori potranno richiedere il contributo per i figli minori, fino a una bici per ciascun componente familiare.

Il ‘rimborso’ per chi va in bici

Una volta acquistata la bici, il Comune promuoverà un concorso per assegnare un rimborso chilometrico a tutti i cittadini che dimostreranno di utilizzare le due ruote per gli spostamenti quotidiani casa-lavoro o casa-scuola. Come? Alle prime mille persone che ne faranno richiesta verrà montato uno speciale kit GPS antifrode che registrerà i chilometri percorsi e i rispettivi rimborsi fino a un massimo di un euro al giorno e 25 mensili. Previsto anche un bonus di 50 euro per i lavoratori che più utilizzeranno le loro bici.

L’agevolazione, diffusa in varie parti d’Europa non è, in realtà, il primo caso in Italia. A tenere a battesimo l’iniziativa è stato infatti il Comune di Massarosa, in provincia di Lucca, dove chi usa la bici per andare a lavoro riceve dall’amministrazione un rimborso di 25 centesimi per ogni chilometro, verificando la percorrenza tramite una apposita app da installare sullo smartphone.

La pista ciclabile a Torre a Mare

Gli incentivi non rappresentano l’unica iniziativa sulla ciclabilità lanciata dal Comune di Bari in questi giorni. È stata infatti approvata la progettazione preliminare della pista ciclabile che si snoderà sul tratto di costa a sud della città, a Torre a Mare, partendo dall’area a ridosso del porto, prospiciente la piazza centrale dell’abitato, fino alla grande piazza Abbà Garimà, che oggi si configura come uno snodo nella viabilità carrabile e una area di parcheggio libero, fino alla più lontana cala Settanni.

Il progetto della pista ciclabile rientra in un più ampio programma di riqualificazione del tratto di costa, che necessita di svariati interventi tra cui opere di consolidamento, fruibilità della costa e riqualificazione della zona carrabile. Il percorso pedonale e il percorso ciclabile, di circa 500 metri, partiranno dall’area portuale e riconnetteranno la piazza centrale del paese con la piazza Abbà Garibà. Lungo il sedime della pista ciclabile, sono previste alcune aree di sosta e rastrelliere per il parcheggio delle biciclette, in modo da favorire lo sviluppo di una mobilità dolce in alternativa a quella oggi consolidata dell’uso del veicolo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *